Gesù Cristo è risorto!

Leggi

Dopo il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare la tomba. Ed ecco, vi fu un gran terremoto. Un angelo del Signore, infatti, sceso dal cielo, si avvicinò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. Il suo aspetto era come folgore e il suo vestito bianco come neve. Per lo spavento che ebbero di lui, le guardie furono scosse e rimasero come morte. L’angelo disse alle donne: «Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto; venite, guardate il luogo dove era stato deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: “È risorto dai morti, ed ecco, vi precede in Galilea; là lo vedrete”. Ecco, io ve l’ho detto». Abbandonato in fretta il sepolcro con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annuncio ai suoi discepoli. Ed ecco, Gesù venne loro incontro e disse: «Salute a voi!». Ed esse si avvicinarono, gli abbracciarono i piedi e lo adorarono. Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea: là mi vedranno».

(Mt 28,1-10 – Domenica di Pasqua – Risurrezione del Signore Anno A)

Medita

Vi annuncio una grande gioia: Gesù Cristo è risorto!
La morte sembrava l’ultima parola dell’esistenza, lo hanno visto tutti flagellato, sfregiato, tumefatto, appeso ad una croce, morto. Ed ecco che le donne vanno ad onorare il corpo del loro maestro, del loro Signore; possiamo solo immaginare che stato d’animo avessero e quali pensieri e paure viaggiavano nella loro mente. Ma arrivati al sepolcro accade un fatto: la terra trema di nuovo, tutto viene coperto di luce e quel grande masso viene ribaltato scoprendo nient’altro che la nuda roccia senza la presenza del corpo del Signore. E l’angelo dà un meraviglioso annuncio: «So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto». Ma prima di dire queste parole dice: «voi non abbiate paura». Amica/o carissima/o non avere più paura, il Signore Gesù ha vinto la morte, ha cancellato la maledizione antica e ti ha donato la vita eterna. Per questo dice, poi, alle donne:« andate, fatelo sapere anche agli altri» . Anche e soprattutto, in questo periodo di confusione, di paura, di dolore, di pandemia l’annuncio pasquale deve risuonare in tutto il mondo e in tutti i cuori certi che non siamo soli, certi che la morte è stata sconfitta dal Risorto e non ha più l’ultima parola, certi che Dio ci ama, certi che dopo le tenebre splenderà un luce vivissima che ribalterà i macigni dei nostri sepolcri esistenziali e illuminerà l’universo intero. Allora bisogna subito alzarsi, asciugare le lacrime, abbandonare le ansietà della vita, correre verso gli altri e gridare al mondo che abbiamo incontrato il Cristo, che Lui è risorto e che noi siamo risorti con Lui. Auguriamo a tutti voi e ai vostri cari una santa, serena e gioiosa Pasqua di resurrezione. Non perdete la speranza perché Cristo è risorto veramente, è vivo ed è accanto a noi, alleluia!

Vivi

Oggi butta via tutti i pensieri negativi e sii felice, sorridi, vivi, ama!

Condividi nei tuoi social

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: