Luce che brilla

Leggi

Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.
Questa è la testimonianza di Giovanni,
quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo:
«Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elia?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?».
Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa».
Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei.
Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo».
Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

(Gv 1,6-8.19-28 – III Domenica di Avvento)

Medita

Il vero cristiano attira. È come una calamita che nell’invisibilità crea legami forti di comunione con gli altri. Cos’è questa forza di attrazione? È lo Spirito di Dio che attraverso la vita di queste persone suscita una bellezza che attrae. Ogni cristiano per sua natura dovrebbe vivere in questo modo: riflettere la luce del Signore che lo abita. Il cristiano diventa luce che brilla. Aver incontrato Cristo nella propria vita significa testimoniarlo con la gioia interiore, non facendo proclami fanatici, ma nella semplicità. Non è uno sforzo impegnativo, ma diventa un’esigenza d’amore. È impossibile non trasmettere quello che è stato ricevuto: un incontro vivo, uno sguardo di profonda stima, una salvezza totale. Il Battista ha testimoniato con tutta la sua vita quello che sin dal grembo di sua madre ha vissuto e cioè che il Cristo è la pienezza di vita, è la luce del mondo. Come si fa a vivere senza di lui?

Vivi

S. Paolo VI diceva che abbiamo bisogno di testimoni e non di maestri.

Verifica il tuo stile di vita. Rimanda a te stesso o fa riferimento a Gesù?

Condividi questo articolo nei tuoi social

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: