multicolored abstract painting

Non distruzione, ma compimento

Leggi

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».

(Mt 5, 17-19 – Mercoledì della X Settimana del Tempo Ordinario – Anno pari)

Medita

Gesù viene a volte dipinto come un grande rivoluzionario, come uno che ha sovvertito le solide tradizioni della fede giudaica per farne qualcosa di nuovo e di diverso.

Gesù è davvero un rivoluzionario, ma non come a volte immaginiamo. Egli è uno che fa e che porta la rivoluzione nella vita del mondo e dei singoli. Chi crede, ha lasciato entrare Gesù nella sua vita e gli ha permesso di cambiarla radicalmente. La sua morte e la sua risurrezione sono la rivoluzione di Dio e dell’uomo.

Ora, nel vangelo di oggi, ci è spiegato in che senso Gesù è il grande rinnovatore del mondo. Dove sta la sua novità? “Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento”.

Il rinnovamento di Gesù è il compimento della Scrittura (riassunta dall’espressione “la Legge e i Profeti”), cioè dell’immagine di Dio, dell’uomo e del mondo, della base del rapporto con lui, che matura gradualmente nel tempo. Gesù non distrugge per cambiare le cose. Egli, invece, prende per mano, accompagna, per condurre a un cambiamento interiore e pratico.

Vivi

Troviamo alcuni minuti in questa giornata…

…per fermarci a pensare a un aspetto del rapporto con Dio, con noi stessi, con gli altri, che esige un “compimento”, che è troppo vecchio e vuoto e iniziamo da oggi a lavorare su di esso insieme al Signore.

Vuoi ricevere nella tua mail il commento al vangelo quotidiano?

Condividi questo articolo nei tuoi social

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: