Non sei orfano, ma sei famiglia

Leggi

In quel tempo, giunsero la madre di Gesù e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo.
Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: «Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano».
Ma egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre».

(Mc 3,31-35 – San Francesco di Sales, Vescovo e Dottore della Chiesa Memoria)

Medita

Quante volte abbiamo sentito dire che siamo figli di Dio, che siamo fratelli, sorelle, che Dio è Padre, ecc. Eppure siamo così assuefatti da queste diciture che non ci facciamo più caso. Ma cosa vuole dirci Gesù con questo brano?

Gesù dice che, “chiunque fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre”. Ma qual è la volontà di Dio? Quella di salvarci, di strapparci dal non senso, dalla morte e dal peccato e ridonarci quella dignità con cui ci ha pensati: la dignità di essere suoi figli. Da qui scaturiscono tutte le indicazioni che ci ha dato. Una volta che capiamo il grande dono che ci fa, riammettendoci nella sia famiglia, dobbiamo amarci gli uni gli altri, operare il bene ed amare Dio. Chi fa questo fa parte della parentela di Gesù.

Vivi

Non sei più orfano, Dio ti ha ridonato il suo nome e ti ha riaccolto nella dinastia dei suoi figli…

Guarda tutti gli altri non come estranei, ne tanto meno come nemici ma come fratelli e sorelle, figli dello stesso Padre.

Vuoi ricevere nella tua mail il commento al vangelo quotidiano?

Condividi questo articolo nei tuoi social

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: